IL POLO3 PREMIATO IN DIRETTA SOCIAL

Gli studenti della 3C Grafica e Comunicazione ottengono un doppio riconoscimento per il progetto “Luisa Palazzi Gisberti : l’educazione inclusiva”

L’emergenza COVID non ferma dall’Osservatorio di Genere di Macerata che, venerdì 8 maggio, in diretta social, ha indetto la Cerimonia di Premiazione per l’importante concorso regionale “SULLE VIE DELLA PARITÀ NELLA MARCHE”, patrocinato dalla Commissione regionale per le Pari Opportunità e dal Consiglio delle donne di Macerata, in collaborazione con Toponomastica femminile, Sistema museale dell’Università di Camerino, Cgil, Cisl e Uil Marche, Coop Alleanza 3.0.

L’iniziativa, finalizzata a promuovere la riscoperta di figure femminili che hanno contribuito allo sviluppo sociale, culturale o economico del nostro Paese, ha visto la premiazione di sei scuole marchigiane tra cui l’I.I.S. Polo 3 con la classe 3C Grafica e Comunicazione che ha messo a fuoco la figura della nobildonna Luisa Palazzi Zavarise vissuta a Fano agli inizi del Novecento, vera e propria pioniera della educazione inclusiva. La sua opera filantropa, infatti, si rivolse alle bambine sordomute dalla nascita alle quali aprì le porte del suo Palazzo in via Arco d’Augusto, garantendo loro il diritto allo studio e alla autonomia.

Hanno coordinato le attività i proff.Anna M. Ucci,Tiziana Conti, Fabio Ferretti e Francesca Clini; gli studenti, sulle tracce di Luisa Palazzi Gisberti, hanno “costruito” un carillon fotografico che racconta in sequenza la vita di Luisa; ad esso sono seguiti un libretto con l’alfabeto dei segni ed un video-documento. L’approfondimento delle tematiche sulla condizione e l’integrazione delle persone sordomute ha stimolato curiosità ed interessi negli studenti a tal punto che si sono presi contatti con la Lega del Filo D’oro di Osimo,  la Onlus fondata nel 1964 con scopo di fornire aiuto e assistenza a bambini, ragazzi e adulti sordociechi e pluriminorati sensoriali. Particolarmente utile è stato il colloquio con il dott. Renato De Santis che ringraziamo per l’importante apporto al percorso.

Fiore all’occhiello di questo percorso di grande valore educativo oltre che didattico, è stato l’incontro con Maurizio Casagrande, sordocieco, accompagnato dalla sua assistente Cristiana. Maurizio ha descritto la sua vita e la sua giornata abbracciato da un silenzio inusuale per una classe di studenti, tutti attenti al movimento studiato delle mani che esprimono parole. La forza, il coraggio e l’eroismo quotidiano di Maurizio, hanno prodotto nei ragazzi ammirazione e riflessione ed una insostituibile lezione di vita. Siamo certi che ricorderanno a lungo questo incontro e ciò che da esso hanno imparato, in una “straordinaria” mattinata scolastica.

Grande soddisfazione per il doppio riconoscimento ottenuto: Primo Premio per la sezione “Percorsi di genere” e menzione speciale decretata dalla Commissione per il carattere fortemente originale, innovativo e inclusivo. Oltre all’orgoglio, manifestato anche dalla Dirigente Eleonora Augello, per gli importanti obiettivi raggiunti,rimane a noi docenti la profonda soddisfazione di essere stati testimoni con gli studenti di un percorso educativo che ha maturato una tangibile crescita umana ed una maggior consapevolezza rivolta ai valori della solidarietà e dell’inclusione.

Pubblicata il 19 maggio 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.