BUONO A SAPERSI  INCONTRO CON LA POLIZIA POSTALE

Il giorno 5 febbraio 2019 i ragazzi delle classi prime del Polo 3 hanno partecipato ad un incontro con la Polizia Postale nell’Aula Magna dell’ I.T.E Battisti di Fano. La Polizia Postale, attraverso questo workshop, intendeva fornire a noi studenti i principali strumenti conoscitivi e didattici per garantire una navigazione in Internet consapevole e sicura. Noi alunni sappiamo ora sfruttare le potenzialità espressive di internet senza incorrere nei rischi connessi alla violazione della privacy, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti e pericolosi per sé e per gli altri. Molti dei potenziali rischi citati spesso dipendono dalla mancanza di specifica conoscenza delle norme e del codice di condotta di queste realtà sociali online. A tal proposito è stata richiamata la legge n.71 del Maggio 2017 che afferma fra l’altro, che la vittima può richiedere la rimozione di foto o video, attraverso il Garante per la protezione dei dati personali, o direttamente alla youpol, un’app che permette di inviare immagini, video o segnalazioni per denunciare in tempo reale atti di bullismo o traffico di droga. Si è parlato quindi della protezione del proprio Smartphone e dell’importanza degli antivirus in ogni dispositivo, in più si è constatato che navigare sui social senza una password solida è molto rischioso. Attraverso un video abbiamo compreso che prima di pubblicare una qualsiasi foto o video, bisogna essere sempre consapevoli che non sempre è possibile rimuoverli in modo definitivo e che se si pubblicano foto di altri minorenni è necessario avere il permesso dei genitori dei diretti interessati. Un altro argomento trattato è l’adescamento online,fenomeno che consiste nel tentativo, da parte di una persona malintenzionata o di un pedofilo, di avvicinare un bambino o un adolescente per scopi sessuali,conquistandone la fiducia attraverso l’utilizzo della rete Internet.In più un altro fenomeno oramai molto diffuso è il cyberbullismo, nato recentemente con la nascita delle nuove tecnologie. Con questo termine si identificano le azioni aggressive ed intenzionali attraverso le nuove tecnologie – in particolare i social - ripetute nel tempo, da parte di persone singole o in gruppo, che mirano deliberatamente a far male o a danneggiare un coetaneo che non può facilmente difendersi. Queste azioni possono assumere varie forme: stalking, pedo-pornografia, minacce, diffamazione, sostituzione di persona, atti persecutori. L’incontro è stato molto coinvolgente proprio perché sono stati utilizzati anche video e power point e al termine dell’incontro abbiamo compreso che utilizzare le sofisticatissime tecnologie in nostro possesso non è un gioco e bisogna dunque “usare la testa” ed essere informati.

Letizi M., Pozzuoli A., ID, ITC Battisti


Pubblicata il 21 febbraio 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.