MAKEINCLASS

“Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco”.

Così soleva ripetere l’artista designer Bruno Munari a proposito della propria attività creativa.

Ed è su questo che il sistema educativo didattico ha da molto tempo ormai impostato le proprie azioni.

Sulla stessa scia sembra muoversi la formulazione delle nuove competenze richieste da un mondo lavorativo in continuo cambiamento. Si parla di soft skills, competenze sottese a quelle specifiche per i diversi settori: creatività, flessibilità, empatia, risoluzione rapida delle problematiche impreviste sono gli strumenti indispensabili al pari di tecnica e contenuti.

La nostra scuola, nel suo mandato di formazione della persona e di sviluppo di competenze spendibili per il futuro e per l’inserimento lavorativo dei propri studenti, ha aderito al progetto Erasmus+ “Make in Class”, in collaborazione con enti e scuole di diversi paesi Europei.

Il 7 e 8 novembre scorsi, a Fano, ha avuto luogo il primo International meeting fra i partners.

L’IIS Polo3, insieme al Comune di Fano, e ai responsabili del Fab Lab della nostra città, ha incontrato Fab Lab Munchen e Gymnasium Munchen Trudering di Monaco, il College of Arts Science and Technology di Malta, l’IES “El Clot” e ByL InEdu di Valencia.

Due giorni di incontro, confronto, pianificazione e progettazione di iniziative per portare a scuola la logica dell’ inventare e del fare. Ma chi è un “maker”, cosa sono i “Fab Lab”?

Il Fab Lab è uno spazio di fabbricazione digitale concepito su un modello pensato nel 2005 dal dipartimento Bit & Atoms in Massachussets. Questi laboratori mettono a disposizione del territorio in cui operano strumentazioni quali stampanti 3D, tagliatrici laser, plotter da taglio CNC e tutto ciò che consente la realizzazione di manufatti convenzionali e tecnologici attraverso la prototipazione supportata dalle tecnologie digitali. Un Fab Lab significa innovazione, collaborazione attiva, implementazione della dinamicità del tessuto imprenditoriale e ricaduta su quello sociale.

Tutti coloro che uniscono le proprie competenze e professionalità per dare vita a qualcosa di nuovo sono i Maker, in quanto sperimentano ed applicano le nuove tecnologie a quelle ormai obsolete.

Il progetto Make in Class intende diffondere questa cultura e formare i docenti perché possano, attraverso questa metodica, applicare strategie didattiche nuove, che possano aumentare il coinvolgimento degli allievi e motivarli maggiormente.

Il progetto, nell’arco di un biennio, produrrà un manuale applicativo rivolto a docenti e studenti per imparare e sfruttare le potenzialità delle nuove tecnologie applicate ai più svariati settori.

Il nostro Istituto affronta questa sfida con il Team formato dai Proff. Penserini, Piermattei, Poggi, Spendolini,Tallevi.

Il percorso prevede altri meeting internazionali che si svolgeranno nei paesi aderenti, attività di pubblicizzazione e coinvolgimento della cittadinanza e formazione per i team partecipanti nella città di Monaco.

Dunque, non resta che proseguire in questa opportunità che la nostra Scuola ha colto con prontezza.

Make in Class, perché i nostri giovani possano costruire il proprio domani.

Visita il sito del progetto http://www.makeinclass.eu/

e la pagina facebook https://tinyurl.com/ybbnnkfk


Pubblicata il 07 gennaio 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.