#nonsipuomorirecosi

In ogni momento, in ogni angolo del mondo, accadono tragedie che vedono coinvolti bambini e ragazzi, alcune volte ci fermiamo a fare piccole riflessioni, poi, forse presi dal ritmo frenetico della vita, le mettiamo da parte. Quando, però, ad essere colpita è la comunità alla quale appartieni, il dolore diventa insopportabile e ti squarcia il cuore.

E così oggi, ferite e incredule apprendiamo le notizie drammatiche di questi momenti. 
E' un susseguirsi di telefonate tra noi, con i professori, con i rappresentanti di istituto, per capire, per sapere, per scongiurare il peggio! Come se in circostanze come questa ci fosse un meglio e un peggio!
L'epilogo è sempre lo stesso: un pianto dirotto ed un tumulto di sensazioni che vanno dalla rabbia al senso di impotenza.
Dobbiamo cercare di essere più forti che mai, ci diciamo al telefono, per restare vicine a chi ha pagato il prezzo più caro e a tutti i ragazzi direttamente ed indirettamente coinvolti.
Ma oggi, tutti noi delle scuole superiori di Fano, non riusciamo a fare altro che stringerci in un grande abbraccio attorno alle vittime e alle loro famiglie ed insieme piangere. Ci sarà un domani in cui penseremo a rialzarci ma oggi proprio non riusciamo a fare altro.
Le Dirigenti delle Scuole Superiori di Fano
Eleonora, Nadia e Renata

Pubblicata il 10 dicembre 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.