Settore: Tecnologico

INDIRIZZO GRAFICA E COMUNICAZIONE

Il Diplomato in Grafica e comunicazione ha competenze specifiche:

  • nel campo della comunicazione interpersonale e di massa, con particolare riferimento all’uso delle tecnologie per produrla;
  • nei processi produttivi che caratterizzano il settore della grafica, della fotografia, del video e i servizi ad essi collegati, curandone la preparazione;
  • nel campo della comunicazione pubblicitaria e del mondo multimediale, sviluppando la creatività e le capacità progettuali;
    • nell’utilizzo di software specificidella grafica digitale per la stampa e per il web;
    • immediatamente spendibili nel mondo del lavoro, grazie all’insegnamento delle materie di settore, strettamente intrecciate tra loro.

COSA SA FARE IL DIPLOMATO NELL’INDIRIZZO “GRAFICA E COMUNICAZIONE”?

  • Progettare e realizzare prodotti multimediali, fotografici ed audiovisivi;
  • integrare conoscenze di informatica di base e dedicata, di strumenti hardware e software grafici e multimediali, di sistemi di comunicazione in rete, di sistemi audiovisivi, fotografici e di stampa;
  • programmare ed eseguire operazioni di prestampa, stampa e post-stampa;
  • gestire progetti aziendali, rispettando le norme sulla sicurezza e sulla salvaguardia dell'ambiente;
  • descrivere e documentare il lavoro svolto, valutando i risultati conseguiti e redigere relazioni tecniche.

QUALI DISCIPLINE DI STUDIO? 

Accanto allo studio delle materie comuni a tutti gli indirizzi di scuola superiore (Italiano, Storia, Matematica…), già nel biennio, per scelta dell’Istituto, si inizia lo studio di materie propedeutiche al triennio. Successivamente si approfondisce lo studio di materie specifiche di indirizzo (Progettazione Multimediale, Tecnologie dei Processi di Produzione, Organizzazione e Gestione dei Processi Produttivi…). Fiore all’occhiello del percorso sono i laboratori di Fotografia e di Video che sviluppano l’attitudine creativa degli studenti in modo professionale e divertente. 

QUALE METODOLOGIA?

Seguirai una metodologia basata sui laboratori, sul lavoro di gruppo, sulla

simulazione di situazioni reali, sui compiti di realtà, sulle COMPETENZE IN AZIONE, per valorizzare non ciò che lo studente sa, ma… ciò che SA FARE con ciò che sa. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.